Gli attacchi hacker fruttano più del commercio mondiale di droga

Gli attacchi hacker fruttano più del commercio mondiale di droga

Fanno più danni gli attacchi attraverso la rete Internet ai dispositivi perennemente connessi che il traffico di droga. Secondo il progetto di ricerca europeo Horizon 2020, negli ultimi tre anni il numero di cyber attacchi ha avuto un incremento di 17 punti percentuali (dal 62% nel 2014 al 79% nel 2017).

"Mentre le stime sull'aumento di cyber minacce e sul numero di attacchi varia, le previsioni indicano che i danni per attacchi globali ammonteranno a circa 6 trilioni di dollari entro il 2021, rendendo il crimine informatico economicamente più dannoso del traffico di stupefacenti mondiale", spiegano i ricercatori.

Con il progetto Hermeneut, si cerca di offrire "uno strumento per valutare la probabilità di un attacco informatico ed i suoi costi, partendo dalle informazioni di base fornite dall'utente. Il sistema stima chi potrebbe attaccare l'azienda, con quali tecniche e identifica quali asset sono a rischio e con che conseguenze economiche, per poi aiutare a identificare la soluzione più adatta al singolo caso. Il progetto è rivolto principalmente alle PMI, per aiutarle a comprendere e gestire i rischi cibernetici, i loro costi e pianificare le misure di contrasto."

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com