Al via i test per embrioni su misura

Una start up statunitense seleziona quelli a minor rischio di alcune malattie, e dà anche indicazioni sull'intelligenza e l’altezza

Al via i test per embrioni su misura

Bambini “su misura”. Una start up statunitense, la Genomic Prediction, ha iniziato a offrire un test genetico che permette di selezionare fra diversi embrioni quello a minor rischio di alcune malattie, ma che dà anche indicazioni sull'intelligenza e l'altezza probabili. Lo rivela la rivista del Mit, Technology Review.

L’analisi, che ha già suscitato critiche sia sul piano etico sia scientifico, può essere eseguita in 12 cliniche nel mondo, delle quali 6 sono negli Usa. Il test analizza il Dna dell’embrione confrontandolo con quello dei genitori per generare un punteggio che indica la probabilità per 11 malattie, dal diabete ad alcuni tipi di tumore all’ipercolesterolemia.

A questo aggiunge una misura dell’altezza e del quoziente intellettivo probabili, anche se viene segnalato alle famiglie solo se l’embrione risulta inferiore al secondo percentile, cioè è teoricamente così basso o poco intelligente da rientrare in una patologia.

Lo scenario sarebbe impossibile da immaginare in Italia dove la legge permette la diagnosi preimpianto solo in presenza di malattie genetiche dei genitori.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com