VW e Amazon: la strana coppia. Obiettivo aumentare la produttività

VW e Amazon: la strana coppia. Obiettivo aumentare la produttività

Quando nei giorni scorsi l'ad di Volkswagen, Herbert Diess, ha messo online un selfie con Jeff Bezos, ceo di Amazon, in molti hanno ipotizzato che i due stessero guardando ad una nuova partnership, tanto più che Diess ha scritto che la strana coppia era "impaziente di plasmare il futuro insieme". Ma, contrariamente alle aspettative, il rapporto tra i due giganti non è destinato allo sviluppo delle auto a guida autonoma. La casa automobilistica tedesca ha bisogno di Amazon Web Services per alimentare la sua VW Industrial Cloud, destinata a diventare una piattaforma che collega i 122 stabilimenti di produzione del gruppo tedesco in tutto il mondo. 

Diess punta così a migliorare la produttività del 30% entro il 2025. Tuttavia, anche se verranno realizzati risparmi per 8 mld di euro da reinvestire in ricerca e sviluppo, il nuovo piano dovrebbe comportare una perdita di 7 mila posti di lavoro entro il 2023. L'obiettivo della casa automobilistica è di standardizzare e collegare tutti i macchinari, le attrezzature e i sistemi di produzione, che attualmente utilizzano software tra loro differenti. In tal modo, Volkswagen Industrial Cloud potrebbe semplificare lo scambio di dati tra sistemi e impianti, aiutando VW a ottimizzare le operazioni anticipando ed evitando i colli di bottiglia

Ma perché Amazon? Sebbene il colosso fondato da Bezos sia noto per l'e-commerce, la divisione di servizi web della multinazionale statunitense è diventata il principale fornitore di cloud a livello mondiale. E VW ha bisogno di uscire dal pantano diesel-gate investendo sul futuro della mobilità. Sebbene il gruppo (che comprende 12 marchi) abbia consegnato 10,8 milioni di automobili nel 2018 scorso segnando un 0,9% rispetto all'anno precedente, i margini operativi sono scesi lievemente al 7,3 dal 7,4%. Razionalizzando la produzione, VW spera di riportare i margini al 7,5% quest'anno e ha annunciato una nuova strategia di elettromobilità con l'obiettivo di vendere 22 milioni di auto elettriche nel prossimo decennio.

Fonte

Articoli correlati

Bbc

Auto elettriche, intesa tra BMW e Jaguar Land Rover. E non hanno bisogno delle “terre rare”

Con l’avvento dell’elettrificazione delle automobili, gli investimenti salgono e le economie di scala diventano inevitabili. Ecco perché i costruttori sono tra loro sempre più intrecciati, anche se la vicenda Fca-Renault ricorda che non tutti i progetti vanno evidentemente a buon fine. L’ultima notizia riguarda il gruppo Bmw che ha ampliato la sua già importante serie di cooperazioni annunciando un'intesa con Jaguar Land Rover, il costruttore britannico controllato dagli indiani di Tata. [continua ]

Mobilità
Tata non vende Juaguar, ma ha un debito colossale

quoted business

Tata non vende Juaguar, ma ha un debito colossale

Mobilità
Fca-Renault verso la fusione

Fca-Renault verso la fusione

Mobilità

Alleanza Fca-Renault: trattative avanzate

Fca è in "trattative avanzate" per un'ampia collaborazione con Renault che potrebbe tradursi nell'ingresso di Fiat Chrysler nell'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. L'indiscrezione del quotidiano britannico Financial Times evidenzia quanto le case automobilistiche abbiano bisogno di cercare nuove alleanze per affrontare le sfide strutturali del settore. [continua ]

Mobilità
Ford taglia 7.000 “colletti bianchi”

Ford taglia 7.000 “colletti bianchi”

Mobilità

Bbc

Guerra dei cieli. La cinese Comac può competere con Boeing e Airbus?

Nel tentativo di allentare la presa dei produttori occidentali sul settore, negli ultimi dieci anni la Cina, che presto diventerà il mercato aeronautico più grande del mondo, ha provato a costruire dei propri aerei. I velivoli prodotti dalla Commercial Aircraft Corporation of China - o Comac - hanno tuttavia attirato molte critiche. Infatti sono pochi nel settore a ritenere che i jet di fabbricazione cinese possano concorrere con quelli di Boeing e Airbus, quantomeno nel breve periodo. [continua ]

Mobilità

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com