È decollato l’aereo più grande al mondo. L’orbita si avvicina

È decollato l’aereo più grande al mondo. L’orbita si avvicina

Il più grande aereo al mondo per apertura alare ha effettuato il volo inaugurale. Costruito da Stratolaunch, la compagnia creata dal co-fondatore di Microsoft Paul Allen nel 2011, il velivolo è progettato per fungere da trampolino di lancio per i satelliti. L'idea è di far volare l'aereo a 10 km di altezza prima di rilasciare i satelliti in orbita. La sua apertura alare di 117 m è pari alla lunghezza di un campo di football americano.

Il jet, dotato di sei motori, ha volato fino a un’altitudine di 4.572 metri e ha raggiunto una velocità di circa 274 km/h nel suo primo volo.

In caso di successo, diventerebbe più economico lanciare oggetti nello spazio rispetto ai razzi spinti da terra. Stratolaunch mira così a rendere l'accesso all'orbita una routine come oggi è prendere un volo continentale.

Articoli correlati

Doppia alleanza tra Ford e Vw: auto elttriche e a guida autonoma

Ford e Volkswagen siglano una doppia alleanza per sviluppare le tecnologie del futuro: i motori elettrici e l’auto a guida autonoma. Si tratta di realizzare sinergie rimanendo però per tutto il resto “indipendenti ed estremamente competitivi sul mercato”, ha spiegato l'amministratore delegato di Ford Jom Hackett. Vw investirà 2,6 miliardi di dollari in Argo AI, la start up di Ford che sviluppa sensori, software e altre tecnologie per i veicoli a guida autonoma. [continua ]

Mobilità
Esce di scena l'auto più famosa (e longeva) del pianeta

quoted business

Esce di scena l'auto più famosa (e longeva) del pianeta

Mobilità
Il lavoro diminuisce, ma non è soltanto colpa della tecnologia

Non è soltanto colpa della tecnologia se il lavoro si riduce. C'è spazio per politiche "win-win"

Jobs & Skills

Bbc

Auto elettriche, intesa tra BMW e Jaguar Land Rover. E non hanno bisogno delle “terre rare”

Con l’avvento dell’elettrificazione delle automobili, gli investimenti salgono e le economie di scala diventano inevitabili. Ecco perché i costruttori sono tra loro sempre più intrecciati, anche se la vicenda Fca-Renault ricorda che non tutti i progetti vanno evidentemente a buon fine. L’ultima notizia riguarda il gruppo Bmw che ha ampliato la sua già importante serie di cooperazioni annunciando un'intesa con Jaguar Land Rover, il costruttore britannico controllato dagli indiani di Tata. [continua ]

Mobilità
Tata non vende Juaguar, ma ha un debito colossale

quoted business

Tata non vende Juaguar, ma ha un debito colossale

Mobilità
Fca-Renault verso la fusione

Fca-Renault verso la fusione

Mobilità

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com