Nocciole, a livello globale l’Italia produce il 14%. Ferrero assorbe il 20%. La Turchia è leader (70%)

Senza nocciole turche la Nutella non si può fare. Il paese guidato da Erdogan è il primo produttore mondiale

Nocciole, a livello globale l’Italia produce il 14%. Ferrero assorbe il 20%

La Nutella ha bisogno della nocciole turche. L’Italia produce molti meno frutti di quelli di cui ha bisogno la sola Ferrero per la sua produzione. I numeri sono chiari: la penisola ha prodotto nella campagna 2017/2018 circa 125 mila tonnellate di nocciole, pari al 14% circa del totale mondiale.

La società di Alba consuma più del 20% del raccolto globale. Ragione per cui è costretta a comprare parte del suo fabbisogno da altri paesi e ha lanciato un progetto di filiere destinato ad aumentare del 30%, entro il 2025, la coltivazione nel nostro paese.

Il numero uno del settore è la Turchia con il 70% della produzione mondiale. Quella italiana è circoscritta (principalmente) a tre regioni: il Lazio mette sul mercato circa 45 mila tonnellate di nocciole l’anno, segue la Campania con 39 mila, e il Piemonte con 20 mila.

Ferrero - alla luce anche dell’instabilità geopolitica nell’area turca e delle oscillazioni dei raccolti legati all’andamento del clima - ha varato lo scorso anno il Progetto ‘Nocciola Italia’. Obiettivo: aumentare del 30% la produzione nel nostro paese in cinque anni, portando da 70 mila a 90 mila gli ettari coltivati.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com