Colonialismo in Africa, Macron: “Un grave errore”

Lo ha detto dalla Costa d’Avorio (ex principale colonia francese dell’Africa occidentale) annunciando la fine del franco Cfa. In passato il capo dell'Eliseo aveva già definito l’occupazione dell’Algeria come un “crimine contro l’umanità”

Colonialismo, Macron: “Un grave errore”

Nei giorni scorsi Emmanuel Macron ha visitato la Costa d’Avorio, leader globale nella produzione di cacao ed ex principale colonia francese dell’Africa occidentale, con due obiettivi importanti, facce della stessa medaglia. Il presidente francese ha annunciato la creazione dell’Eco e la fine del franco Cfa, attualmente ancora utilizzato da Benin, Burkina Faso, Guinea-Bissau, Costa d’Avorio, Mali, Niger, Senegal e Togo.

Sono tutte ex colonie francesi ad eccezione della Guinea-Bissau.

Ma ad Abidjan, la più grande città della Costa d’Avorio, Macron è andato oltre, affermando che il colonialismo in Africa è stato “un grave errore”e auspicando di “voltare pagina”.

“L’Africa è un giovane continente - ha detto Il capo dell’Eliseo -. Tre quarti del paese non ha conosciuto il colonialismo. Partiamo da qui per costruire una nuova collaborazione di amicizia con la Francia”.

In realtà non è la prima volta che Macron esprime rimorso a nome della Francia per il passato da paese colonizzatore. Aveva già definito, durante la campagna elettorale, l’occupazione francese dell’Algeria come un “crimine contro l’umanità”.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com