Italia, sprofonda oltre le attese la produzione industriale: -28,4%

Su base annuale si tratta della tredicesima contrazione consecutiva

Sprofonda oltre le attese la produzione industriale: -28,4% a marzo

Crollo record e oltre le attese per la produzione industriale italiana a marzo, con l’economia sconvolta dalle pesanti restrizioni alle attività imposte dalla pandemia di Covid-19.

Secondo i dati diffusi dall’Istat, a marzo la produzione segna un calo congiunturale senza precedenti (-28,4%). Su base annuale si tratta della tredicesima contrazione consecutiva.Le attese degli analisti erano per un declino del 20% a livello mensile e del 20,7% su base annuale.

L’istituto di statistica segnala che tutti i principali settori di attività economica registrano contrazioni tendenziali e congiunturali “in molti casi di intensità inedite”: nella fabbricazione di mezzi di trasporto e nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori la caduta supera ampiamente il 50%. 

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com