Si torna a parlare del ‘Ponte sullo Stretto’

Il ministro Franceschini: “I treni veloci dovranno pur passare”

Si torna a parlare del ‘Ponte sullo Stretto’

“Passata l’emergenza, in Italia il turismo tornerà a crescere impetuosamente. Qualsiasi tipo di sondaggio ci dice che in tutti i Paesi del mondo la prima meta desiderata di viaggio è l’Italia. Dobbiamo fare scelte strutturali che ci mettano in condizione di governare quella crescita e distribuire la ricchezza su tutto il territorio nazionale, a partire dal Sud, la parte del mondo più ricca di bellezze artistiche e naturali, in cui paradossalmente vanno meno del 20% dei turisti stranieri”. In un’intervista al Corriere della Sera, il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini apre anche l’ipotesi ponte sullo Stretto di Messina.

“Penso a tre priorità di intervento – spiega Franceschini – Prima cosa, con il fondo strategico per il turismo previsto nel decreto Rilancio, su cui abbiamo già messo 150 milioni cui si aggiungeranno le risorse di Cassa depositi e prestiti, avviare una grande riqualificazione della nostra offerta alberghiera per alzare gli standard e puntare su un turismo internazionale di livello alto e con capacità di spesa”.

Secondo, “un piano di recupero e rilancio dei borghi. Quei luoghi bellissimi, e spesso abbandonati o trascurati, che si trovano a centinaia lungo la dorsale appenninica. Hotel diffusi, cammini, ciclabili, ferrovie storiche, cibo, natura, arte. Un modo di offrire turismo esperienziale, quella possibilità di vivere all’italiana che tutti nel mondo sognano”.

Quindi, le infrastrutture, “la più importante delle priorità. Io penso a un grande investimento sulla mobilità. Non è possibile e giusto che l’alta velocità si fermi a Salerno. Sulla traccia di quello che la ministra De Micheli ha iniziato a fare, ora che le risorse ci sono bisogna avere il coraggio di immaginare due grandi scelte”, e quindi, “l’alta velocità che arriva in Sicilia, fino a Catania e Palermo. Il Ponte? I treni ad alta velocità dovranno pur attraversare lo Stretto. Ma andranno visti costi e benefici di tutte le soluzioni alternative.”

“Dall’altro lato – continua il ministro – penso alla Taranto-Bologna. Il gap infrastrutturale nel nostro Paese non è solo tra Nord e Sud, ma anche tra Est e Ovest. Sul lato tirrenico alta velocità e grandi aeroporti, sul lato adriatico praticamente nulla.”

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Si torna a parlare, per l’ennesima volta, del ponte sullo Stretto

Giovannini: “Nella relazione nuovi elementi. Serve dibattito”. Ma il progetto divide la politica. Tra i contrari, M5S, Leu e i Verdi. Bonelli: “Con quei 10 miliardi si potrebbero realizzare 750 km di rete attrezzata per tram e filobus”. Muroni: “L’ipotesi di resuscitare il progetto del ponte sullo Stretto di Messina trovo sia un’arma di distrazione di massa, esercitata periodicamente dai soliti noti”. [continua ]

Economia

Ponte sullo Stretto, Cingolani: “Mi lascia perplesso”

Il ministro della Transizione Ecologica: “Prima potenzierei infrastrutture Sicilia e Calabria”. E mette in guardia sul Recovery Fund: “Se ci mettiamo anni a dare permessi e a mettere in piedi infrastrutture, il rischio è che poi dovremmo restituire i soldi all’Ue”. [continua ]

Economia

quoted business

Bassetti: “Non mi aspettavo di vivere in un Paese con così tanti no-vax”

Il primario di Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova riferendosi agli obiettivi indicati dal generale Figliuolo: “Non dimentichiamoci che arrivare all’80-85% degli italiani vaccinati vuol dire arrivare a quasi il 90% degli italiani vaccinabili”. E invoca il metodo duro. [continua ]

Life
Assalto a portavalori sull’A1. Chiodi e spari

Assalto a portavalori sull’A1. Chiodi e spari

Life
Frase del giorno - Parole

quoted business

Bisogna sudare ragazzi, i nostri nonni hanno fatto l’Italia spaccandosi la schiena, non prendendo i sussidi dallo Stato.

Economia
Le regioni nel mondo
Il 30% dei cittadini del Lazio dichiara un reddito annuo inferiore a 10 mil

Il 30% dei cittadini del Lazio dichiara un reddito annuo inferiore a 10 mila euro

Economia

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com