I “gilet gialli” restano compatti. Ancora scontri a Parigi

I “gilet gialli” restano compatti. Ancora scontri a Parigi

Il movimento dei gilet gialli cresce a Parigi e diminuisce nel resto della Francia. È la sintesi del XII atto della protesta dedicato ai “feriti” dall’inizio delle manifestazioni. In prima fila c'era Jerome Rodrigues, il gilet giallo braccio destro di Eric Drouet che la settimana scorsa è stato gravemente ferito all'occhio da uno dei proiettili antisommossa, le controverse flash-ball.

Nella capitale sono state stimate 14.000 persone e 58.600 in tutto il Paese a fronte dei 69.000 complessivi della settimana scorsa. E a place de la Republique sono tornati i casseur, protagonisti di scontri con la polizia. 

Il movimento appare, dunque, compatto e deciso ad andare avanti, ma allo stesso tempo diviso tra chi è favorevole alla svolta politica e chi la rifiuta. Al momento sono quattro le liste che vari leader progettano di presentare alle europee. 

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com