Sciopero a oltranza, la Francia è ‘paralizzata’ dal 5 dicembre: nuovo lunedì nero

Nessuna trattativa è in corso tra esecutivo e parti sociali. Al momento le distanze restano immutate

Sciopero a oltranza: il paese è ‘paralizzato’ dal 5 dicembre

La Francia e in particolare l’area di Parigi è semiparalizzata dal 5 dicembre. Il giorno dell’avvio delle mobilitazioni contro la riforma previdenziale annunciata dal governo.

Al momento nessuna trattativa è in corso tra esecutivo e parti sociali. Le distanze restano immutate, ma Emmanuel Macron non appare intenzionato a raggiungere un compromesso. 

In questo contesto il paese ha vissuto un nuovo lunedì nero. Nella mattinata sono stati registrati ben 630 chilometri di code nell'Ile-de-France, mentre treni e metropolitane sono quasi del tutto assenti. E le forze sindacali hanno annunciato che le proteste continueranno, anche durante le festività natalizie. 

Cade intanto la prima testa. Si è dimesso Jean-Paul Delevoye, il 'Mr. Pensioni' del governo (il commissario che ha ideato la riforma delle pensioni), finito in questi ultimi giorni al centro delle polemiche a causa di incarichi che aveva omesso di dichiarare prima di assumere le sue funzioni di governo.

Fonte

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com