Il Congresso Usa approva maxi piano di aiuti da 900 miliardi di dollari

Ecco cosa c’è nel nuovo pacchetto per risollevare l’economia

Il Congresso approva maxi piano di aiuti all’economia da 900 mld
Congresso Usa

Il Congresso statunitense ha approvato il nuovo pacchetto di stimoli per l’economia da 900 miliardi di dollari. Con questo nuovo piano, salgono a 4 mila miliardi i fondi stanziati in risposta alla pandemia che negli Stati Uniti ha ucciso oltre 300 mila persone.

Ecco cosa prevede il provvedimento.

Helicopter money

Il secondo round di pagamenti diretti agli statunitensi per 166 mld è uno dei punti cardine del provvedimento. Gli stanziamenti arrivano fino a 600 dollari per adulto e bambino, per individui che guadagnano fino a 75 mila dollari l’anno e fino a 1.200 dollari per coppie con un reddito fino a 150 mila dollari l’anno. Tredici mld sono destinati agli agricoltori per pagamenti diretti, acquisti e prestiti agevolati. Sono previsti poi aiuti per 25 mld per gli affitti e i pagamenti delle bollette, oltre all’estensione della moratoria sugli sfratti fino al 31 gennaio.

Sussidi di disoccupazione

È previsto un ulteriore sussidio da 300 dollari a settimana per alcune categorie di disoccupati.

Lotta alla fame

Altri 13 mld vengono destinati alla lotta alla fame.

Poste

Convertito in prestito a fondo perduto il finanziamento da 10 mld approvato lo scorso marzo per il servizio postale Usps. 

Piccole imprese

Il popolare Payment Protection Program sarà rifinanziato con 284 mld. Sono compresi anche gli enti no profit, giornali e tv, teatri indipendenti e istituzioni culturali.

Scuole e università

È previsto uno stanziamento da 82 mld.

Trasporti

Al settore vanno 45 mld.

Vaccino

Per la distribuzione dei vaccini, “assicurando che siano gratuiti per tutti”, sono previsti aiuti per 30 mld. Altri 4 mld vanno invece all’alleanza internazionale per la lotta al virus.

Accesso a internet

7 mld serviranno a garantire accesso a internet ad un maggior numero di statunitensi, compresi 3,2 mld per le famiglie a basso reddito e 1,9 mld per rimpiazzare le tecnologie di rete che pongono rischi per la sicurezza nazionale.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com