Compromesso all’Eurogruppo: ‘sì’ al Mes senza condizioni per le spese sanitarie, ‘no’ ai coronabond

Subito disponibili 500 milioni di euro, ma l’Italia dovrà accettare il Mes per gli aiuti economici. Sul ‘Fondo per la ripresa’ la decisione è rinviata ai capi di governo al Consiglio europeo dopo Pasqua

Sì al Mes senza condizioni solo per le spese sanitarie, ‘no’ ai coronabond

Accordo all'Eurogruppo sugli strumenti da mettere in campo per fronteggiare le conseguenze economiche del coronavirus. I ministri delle Finanze hanno trovato un’intesa sul documento conclusivo che sarà discusso al tavolo dei leader.

Il Mes sarà senza condizioni ma solo per le spese sanitarie (il che vuol dire che l’austerità resta in piedi). Confermato il ruolo della Banca europea degli investimenti e il meccanismo anti-disoccupazione della Commissione Ue (il cosiddetto programma Sure).

Nelle conclusioni dell’Eurogruppo dei 27 ministri economici, il più lungo della storia europea, non si parla tuttavia di coronabond.

Anche su un altro focale nulla di fatto: la discussione sulla proposta franco-tedesca del Fondo per la ripresa (che sarà comunque temporaneo) è stata rinviata alla riunione dei capi di stato in un consiglio europeo da tenere dopo Pasqua. 

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com