Regling, il potente direttore (tedesco) del Mes: “L’Italia non farà la fine della Grecia”

Klaus Regling prova a rassicurare il nostro Paese sull'eventuale uso del Meccanismo europeo di stabilità

Regling, il direttore del Mes: “L’Italia non farà la fine della Grecia”
Klaus Regling, direttore del Mes

Il direttore generale del Mes, il tedesco Klaus P. Regling, rassicura l’Italia sull’uso del Meccanismo europeo di stabilità in un’intervista al Corriere della sera. Se il nostro Paese dovesse accettare di utilizzare la linea di credito per coprire le spese sanitarie, secondo lui, non farebbe la stessa fine della Grecia che fu sottoposta dalla Troika a sacrificali condizioni di rimborso.

La differenza rispetto alle altre linee di credito, nella visione di Regling, sta nel fatto che la possibilità di ricorrere al Mes per le spese sanitarie è ora resa disponibile a tutti i Paesi allo stesso tempo e non ad un solo Paese nello specifico che si trova in una temporanea situazione di difficoltà. Si tratta di “una novità rispetto a quanto avvenuto una decina di anni fa”, spiega Regling.

Così come i prestiti fatti anche a Irlanda e Portogallo previdero condizionalità dettagliate e differenziate. Ma questa volta non dovrebbe andare così. La sola condizione da coprire riguarda i “costi diretti e indiretti connessi al sistema sanitario in termini di cura e prevenzione”, spiega Regling.

Articoli correlati

Ft: “L’Italia è più in pericolo di quanto pensi l’Ue. 3 scenari possibili”

Financial Times: “L’Italia è più in pericolo di quanto pensi l’Ue. Tre gli scenari possibili”

Strategie & Regole

Tutti attendono il Consiglio del 23 aprile. Ma il verdetto è stato già emesso da Angela Merkel

Angela Merkel ha respinto di nuovo il ricorso agli Eurobond, ribadendo nella seduta del gruppo parlamentare della Cdu che sarebbero “la strada sbagliata”. E ha anche aggiunto che se il suo Paese spendesse troppo in programmi di salvataggio domestici ci sarebbe il rischio che Italia e Spagna possano indicare la Germania come un paese sufficientemente ricco (per dire sì agli Eurobond, ndr). [continua ]

Strategie & Regole
Fu il governo Berlusconi ad approvare il ddl sul Mes

quoted business

Fu il governo Berlusconi ad approvare il ddl sul Mes

Strategie & Regole
L’Italia punta i piedi: non utilizzerà il Mes (e la Troika) per 36 mld

L’Italia punta i piedi: non utilizzerà il Mes (e la Troika) per appena 36 mld di euro

Strategie & Regole
Sì al Mes senza condizioni solo per le spese sanitarie, ‘no’ ai coronabond

Compromesso all’Eurogruppo: ‘sì’ al Mes senza condizioni per le spese sanitarie, ‘no’ ai coronabond

Strategie & Regole

Hamaui: “Lasciamo perdere Eurobond e Mes. Meglio puntare sulla monetizzazione del debito”

Nei mesi scorsi la Bce ha deciso di riprendere l’acquisto di titoli pubblici e privati. In totale nel 2020 la Banca centrale comprerà 1.110 miliardi di titoli più l’ammontare dei titoli in scadenza. Ora, seppure possano apparire importanti, queste cifre sono comunque inferiori agli oltre 2 mila miliardi messi sul tappeto dall’amministrazione statunitense e alla promessa della Federal Reserve di acquistare, se necessario, una quantità illimitata di titoli sul mercato. [continua ]

Moneta & Mercati

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com