Il più antico partito tedesco è in crisi. E non sa come uscirne

La caduta dell’Spd: i socialdemocratici si affidano ad un triumvirato. Dopo le dimissioni della leader, Andrea Nahles, rimandata al 24 giugno la decisione sul nuovo congresso del partito

Il più antico partito tedesco è in crisi. E non sa come uscirne

La Spd prende tempo: il triumvirato nominato alla guida del partito ha deciso di rimandare al 24 giugno ogni decisione sul congresso e sul proseguio della “grosse koalition”. Un modo per evitare, almeno per ora, elezioni anticipate che rischierebbero di segnare la fine del più antico partito tedesco (nel 2013 ha festeggiato il 150° anno dalla fondazione). 

Il sintomo della gravità della crisi dei socialdemocratici - hanno preso il 15,8% alle Europee e la leader, Andrea Nahles, si è dimessa da tutti gli incarichi - si coglie anche nella decisione del triumvirato di non correre per la presidenza.

Il 24 giugno il partito discuterà se anticipare il congresso a ottobre, se ricorrere alle primarie per decidere il prossimo presidente, e se adottare in futuro una presidenza doppia sul modello dei Verdi. Tradotto, ogni possibilità è aperta. E la confusione è totale. D’altronde, chi vorrebbe prendere le redini di un partito in macerie?

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com