Londra taglia 10 mila soldati e punta sui droni

Svolta tecnologica per l’esercito britannico. Dagli 82 mila effettivi attuali si scenderà a 72.500. Il dopo Brexit ha messo in atto il più importante riposizionamento geopolitico dopo la fine della guerra fredda.

Londra taglia 10 mila soldati e punta sui droni

Quasi 10 mila soldati in meno. In cambio, c’è una svolta tecnologica per le forze armate britanniche che avverrà in cinque anni: nuovi droni e investimenti in equipaggiamenti hi-tech. Il progetto prevede di passare dagli 82 mila militari effettivi attuali a 72.500.

“Non sono le dimensioni la cosa importante per le truppe, sono la loro letalità, rilevanza, resilienza e prontezza”, ha detto il generale Nick Carter, capo delle forze armate del Regno Unito.

La questione è legata al fatto che la rapidità del progresso tecnologico modificherà i campi di battaglia del futuro. “Presto ci saranno droni che attaccheranno altri droni”, commenta la Tv britannica Itv.

Il taglio prospettato di circa 10 mila soldati e la svolta “tecnologica” va di pari passo con l’annuncio fatto qualche giorno fa relativo all’incremento delle testate nucleari britanniche da 225 a 260, in contrasto con il progetto originario di una riduzione a 180 ordigni. Ma dato che non è conosciuto il numero esatto delle testate nucleari del Regno Unito, non è chiaro se Londra stia davvero accrescendo il proprio arsenale.

È invece sicuro che il dopo Brexit ha messo in atto il più importante riposizionamento geopolitico dopo la fine della guerra fredda. Con lo sguardo rivolto soprattutto verso l’Asia e tutta l’area del Pacifico, sia pur sempre nell’ambito della Nato. E armati di app e droni.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com