Putin come lo zar Pietro il Grande

La Russia vota la riforma costituzionale: plebiscito per il Presidente. Che potrà restare al Cremlino fino al 2036

Putin come lo zar Pietro il Grande

Dopo quasi 30 anni, la Russia si avvia ad archiviare la Costituzione post-sovietica. Il referendum - voluto da Vladimir Putin per consolidare la sua eredità politica - è arrivato alla fase conclusiva dopo una settimana di voto.

I primi dati vanno nella direzione indicata dal Cremlino: affluenza alta (intorno al 65%) e vittoria netta dei sì (circa il 77%). Un successo annunciato che permetterà a Putin di governare sino al 2036, arrivando così a sfiorare la ‘carriera’ politica dello zar Pietro il Grande.

La svolta però non è certo arrivata senza critiche. Le indicazioni che il voto è stato fortemente condizionato dalle pressioni delle autorità sui dipendenti pubblici o delle grandi aziende che fanno capo allo Stato si sono moltiplicate nel corso degli ultimi giorni e c'è chi, come l’ex blogger Alexei Navalny, ha parlato apertamente di brogli.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com