270.000 imprese a rischio chiusura. E 420.000 occupati in meno

È l’allarme lanciato per commercio e turismo

270.000 imprese a rischio chiusura. E 420.000 occupati in meno

Le imprese a rischio nel commercio e nel turismo sono il 10% del totale pari a circa 270.000, mentre i posti di lavoro che potrebbero essere persi con l’emergenza Covid sono 420.000. Lo ha detto Enrico Postacchini, membro di Giunta di Confcommercio in un’audizione alla Commissione Industria del Senato.

L’organizzazione datoriale chiede interventi immediati a ristoro delle perdite subite. “Gli operatori hanno perso la pazienza - ha detto Postacchini -. Non hanno visto nulla oltre ai 600 euro. La stagione turistica sarà tutta in perdita”.

E – continua Postacchini - “finita l'emergenza sanitaria ci sarà il problema di riempire le stanze degli alberghi. Potrà andare in vacanza, ad esclusione di chi ha le seconde case, solo il 20% degli italiani. Nel settore turistico le perdite potrebbero essere di 120 miliardi da qui a fine 2020.”

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com