Oltre 1 azienda su 3 rischia la chiusura

Istat: in pericolo il 40,6% delle micro imprese e il 18,8% delle grandi

Oltre 1 azienda su 3 rischia la chiusura

“L’impatto della crisi sulle imprese è stato di intensità e rapidità straordinarie, determinando seri rischi per la sopravvivenza: il 38,8% delle imprese italiane (pari al 28,8% dell’occupazione, circa 3,6 milioni di addetti) ha denunciato l’esistenza di fattori economici e organizzativi che ne mettono a rischio la sopravvivenza nel corso dell’anno”.

Lo evidenzia l’Istat in un’indagine sulle imprese sopra i 3 addetti. Il pericolo di chiudere è più che altro tra le micro imprese (40,6%) e la piccole (33,5%), ma è significativo anche tra le medie (22,4%) e le grandi (18,8%).

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com