Il mercato dei cosmetici è in crescita e vale 48 miliardi di dollari

Il mercato dei cosmetici è in crescita e vale 48 miliardi di dollari

Il mercato dei cosmetici è in rialzo del 6% rispetto allo scorso anno: si stima che nel 2018 le vendite globali del settore raggiungeranno i 48,3 miliardi di dollari. I primi cinque paesi per acquisti saranno Stati Uniti (12,1 mld), Giappone (6,4 mld), Cina (5,1 mld), Regno Unito (2,7 mld) e Corea del Sud (2,2 mld). Un comparto che sta crescendo seguendo alcuni macro-trend: dai social media alla sostenibilità, dalla trasparenza all’ibridazione dei prodotti.

Internet col trucco

I video blogger, che diventano influencer e testimonial di prodotti, stanno spingendo le vendite: il 41% degli acquirenti cinesi di cosmetici cerca consigli attraverso questi canali e il 66% delle donne britanniche tra 16 e 24 anni apprende le nuove tecniche di bellezza da Internet. Cifre che confermano il successo del web e dei social media nella crescita del mercato cosmetico globale.

Bellezza sostenibile

Aumentano le richieste del pubblico in merito alla sostenibilità ambientale dei prodotti di bellezza acquistati: il 24% delle donne italiane nell’ultimo anno ha comprato make-up naturale e biologico, così come cresce l’attenzione per la composizione delle etichette e degli ingredienti utilizzati per i confezionare i cosmetici. Al bando, quindi, le microplastiche non biodegradabili e via libera per il packaging a nuovi materiali eco-bio come il bambù, i gusci di cocco e la crusca di riso.

La trasparenza dei millenial

Una buona percentuale degli under 35 ritene importante che il prodotto cosmetico acquistato sia in linea con il valore della trasparenza e con le opinioni personali: per questo molti marchi stanno facendo campagne per far conoscere i loro orientamenti, con l’obiettivo di non vendere semplicemente un prodotto di bellezza, ma offrire un sistema di valori in cui il potenziale cliente possa identificarsi.

Ibridazione e multiuso

Un’altra parola d’ordine che si sta facendo strada è “praticità”: ridurre il numero di passaggi del make-up e avere a disposizione prodotti di bellezza multiuso costituiscono due punti di forza a cui le aziende stanno guardando con interesse. Un esempio è la crema per il viso che idrata, ma funge anche da schermo solare proteggendo dai raggi UV. E come barriera contro l’inquinamento, dunque evitando l’invecchiamento precoce della pelle.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com