Microsoft, il co-fondatore Paul Allen muore a 65 anni

Microsoft, il co-fondatore Paul Allen muore a 65 anni
Il co-fondatore di Microsoft, Paul Allen

Il miliardario e filantropo Paul Allen è morto a 65 anni. Ha co-fondato nel 1975 il gigante Microsoft insieme a Bill Gates, che ora ammette di avere "il cuore spezzato dalla scomparsa di uno dei miei più vecchi e cari amici" e riconosce che "il personal computing non sarebbe esistito senza di lui”.

All'inizio di questo mese, Allen aveva annunciato che sarebbe tornato in terapia a causa del linfoma non Hodgkin - può derivare dalle ghiandole linfatiche, ma anche in organi diversi, quali stomaco, intestino, cute e sistema nervoso centrale - dopo aver superato il cancro nove anni fa.

Restò “solo” nove anni in Microsoft dopo averla creata con il suo amico del liceo Bill. Lasciò la società dopo la prima diagnosi del linfoma nel 1983, anno in cui Microsoft pubblicò la primissima versione del suo sistema operativo Windows e del programma di elaborazione testi, Microsoft Word.

Nonostante sia andato via dall'azienda all'età di 30 anni, Allen – che è stato anche un buon chitarrista elettrico con la band “Underthinkers” - ha continuato a costruire la sua fortuna nel settore dell’information technology e degli investimenti. "Mi aspetto che il personal computer diventi qualcosa che le persone porteranno con sé", scrisse nella rivista Personal Computing nel 1977.

Aveva ragione come conferma la stima realizzata da Forbes sul suo patrimonio netto pari a 17,3 miliardi di euro. Ma l’imprenditore sessantacinquenne ha donato oltre 2 miliardi di dollari per vari scopi, tra i quali la lotta alla povertà e il miglioramento della salute degli oceani.

Fonte

Articoli correlati

Levi Strauss torna per la seconda volta a Wall Street: volano i jeans

Un ritorno storico. I jeans Levi Strauss sono di nuovo a Wall Street: il 21 marzo si è consumato il secondo atto sulla Borsa americana, dopo quello avviato nel 1971 e terminato con il delisting nel 1984. Il prezzo ottenuto dall'azienda è stato superiore alle attese. E sul mercato il titolo è andato oltre. È partito da 17 dollari per azione, sopra la forchetta indicata che andava da 14 a 16 dollari. [continua ]

Corporate

Apple taglia la produzione di iPhone del 10%

Dopo lo scandalo che ha travolto Goldman Sachs in Malesia, un'altra importante banca finisce nel mirino. Tre ex dirigenti del Credit Suisse sono finiti in carcere, giovedì 3 gennaio a Londra, per uno scandalo che ha coinvolto alcune imprese pubbliche in Mozambico. Il trio è stato poi rilasciato su cauzione, ma gli Usa stanno cercando di estradarli. Agli arresti anche un uomo d'affari libanese, fermato a New York, e l'ex-ministro delle Finanze mozambicano, Manuel Chang. [continua ]

Corporate
Marlboro cambia strategia: ora punta su sigarette elettroniche e cannabis

Marlboro cambia strategia: ora punta su sigarette elettroniche e cannabis

Corporate
Frase del giorno - Parole

Cnn

Lasciare Facebook? Non è questo il piano. In futuro succederà, non farò questo per sempre, ma al momento non penso che abbia senso.

Corporate

Facebook rallenta, delude la crescita dei ricavi nel terzo trimestre

Facebook frena. Anche se l'utile del terzo trimestre supera le attese salendo a 1,76 dollari per azione, i ricavi crescono “soltanto” del 33% a 13,73 miliardi di dollari, deludendo Wall Street. E la reazione in Borsa è immediata, anche se il calo è temporaneo. Dall'inizio dell'anno Facebook ha perso in Borsa il 20%, e dalla fine di luglio - quando ha presentato i conti del secondo trimestre - il 34%. [continua ]

Corporate
Alibaba, la doppia mossa del colosso dell'e-commerce

Cnn

Alibaba, la doppia mossa del colosso dell'e-commerce cinese

Corporate

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com