Panini, l'impero delle figurine è in vendita

Panini, l'impero delle figurine è in vendita

Dal 1954 è sinonimo di figurine dei calciatori in tutto il mondo. Ma stampa anche le strisce di Topolino e dei fumetti Marvel. Per il Gruppo Panini è ora giunta dagli Usa un'offerta di acquisto per rilevare il pacchetto azionario dall'italo-argentino Aldo Hugo Sallustro, attuale amministratore delegato, e dalla famiglia bolognese Baroni. Lo riporta la Gazzetta di Modena, secondo cui gli americani sarebbero pronti a mettere sul tavolo un'offerta importante.

La valutazione del colosso - il cui fatturato si aggira intorno ai 550 milioni di euro - è di un miliardo di euro. Panini diffonde sei miliardi di figurine l'anno. In Italia produce una trentina di collezioni, che diventano 400 a livello globale.

La proprietà vorrebbe comunque mantenere il cuore del sistema produttivo a Modena, dove attualmente lavorano 450 dipendenti. Altri 700 nel mondo e nelle consociate più importanti in Francia, Germania, Inghilterra, Spagna e Stati Uniti. 

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com