Gualtieri: “Da luglio taglio di tasse in busta paga per 16 mln di persone”

Si tratta di un’estensione dell’ex bonus Renzi

Gualtieri: “Da luglio taglio di tasse in busta paga per 16 mln di persone”

La sforbiciata fiscale lanciata lo scorso anno si prepara a debuttare nelle buste paga degli italiani. “Dal primo luglio gli stipendi aumenteranno per 16 milioni di persone”, ha ricordato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.

Per 11 milioni i vecchi 80 euro arriveranno a 100 euro, mentre per i restanti l’aumento avrà un importo variabile. Un taglio che, a regime, vale circa 7 miliardi di minore Irpef.

Si tratta di un’estensione dell’ex bonus Renzi, che inizialmente prevedeva un contributo uniforme di 80 euro in busta paga per i redditi fino a 24 mila euro, incapienti esclusi, con un decalage nella fascia tra 24 e 26 mila euro.

Ora il provvedimento del governo estende il bonus a 100 euro per tutti fino ai 28 mila euro e aumenta la detrazione per i redditi tra i 28 mila e i 40 mila euro. Quest’ultima fascia di redditi si troverà quindi un incremento del proprio stipendio su base mensile che potrà arrivare fino a 100 euro al mese.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com