2 milioni di lavoratori pagati 6 euro l’ora

Il presidente dell’Inps propone per i giovani il riscatto gratuito della laurea. E sul salario minimo: “È determinante”

Tridico: “2 milioni di lavoratori pagati 6 euro l’ora”

“Il salario minimo per i giovani è determinante, così come anche per le donne. Il gap salariale di genere è crescente e durante la pandemia i primi a perdere lavoro sono stati proprio giovani e donne.” È la fotografia scattata dal presidente dell’Inps.

Nella visione di Pasquale Tridico c’è da un lato il salario minimo, dall’altro il reddito di cittadinanza, che “in molti contesti ha funzionato come salario di riserva, fissando una soglia al di sotto della quale i cittadini non sono disposti a lavorare. Oggi ci sono 2 milioni di lavoratori che guadagnano 6 euro all’ora.”

Poi, il capo dell’Inps smonta un teorema fallace: “Il salario minimo non è correlato a una maggiore disoccupazione, spesso l’impatto è neutro o addirittura positivo”. Benefici – secondo Tridico - ci sono anche in termini di produttività: “Dove è stato introdotto ci si è spostati su produzioni più elevate: un livello minimo adeguato spinge a investimenti ‘capital intensive’, che sfruttino il capitale di innovazione piuttosto che di lavoro a basso costo. Penso che le nostre imprese che si ispireranno a incrementi di innovazione non avranno problemi (dall’introduzione di una simile misura, ndr).”

C’è anche un’altra possibilità da esplorare per Tridico: “I giovani entrano spesso nel mercato del lavoro tardi, oltre che con bassi salari, perché studiano e meno male. E questo deve essere incentivato: allora permettiamo il riscatto gratuito della laurea per fini pensionistici.”

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com