Calenda veste i panni del rivoluzionario: ai lavoratori Alcoa il 5% della nuova società

Previsto per i dipendenti anche un posto nel consiglio di sorveglianza e il ministro ha chiesto a Invitalia di partecipare all’aumento di capitale

Calenda fa il rivoluzionario: ai lavoratori Alcoa il 5% della nuova società
Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico

I lavoratori di Alcoa avranno una quota del 5% della nuova società nata successivamente all'acquisizione di Sider Alloys e un posto nel Consiglio di sorveglianza. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, al termine del tavolo con i sindacati.

Primo caso in Italia

"Sarà il primo caso - ha aggiunto - in cui i lavoratori partecipano alla gestione dell’azienda e se lo sono ampiamente meritato”. Ha, poi, aggiunto, che oggi “è stato presentato ai sindacati un aumento di capitale e verrà chiesto a Invitalia di parteciparvi con una quota”.

Partecipazione dei lavoratori

Il coinvolgimento dei lavoratori non è certo una pratica diffusa in Italia, mentre è la colonna portante nel modello di relazioni industriali tedesco, nota come cogestione. Anche negli Stati Uniti sembra ora prendere sempre più piede quella che qualcuno ha ribattezzato “l’economia dei dipendenti”. L’idea sottostante è guardare ad un modello più inclusivo.

Prossimo appuntamento: 3 maggio

Il prossimo appuntamento, ha aggiunto Calenda, è fissato per il 3 maggio. Per quanto riguarda la partenza dell'attività e gli ammortizzatori, infine, il ministro ha spiegato che Sider Alloys sta facendo le perizie sui macchinari e non è al momento chiaro quando i motori saranno riaccesi.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com