Il paradosso del mercato del lavoro: aumentano i posti vacanti

Nell'Unione europea il 2,4% dei posti di lavoro resta libero

Il paradosso del mercato del lavoro: aumentano i posti vacanti

Il tasso di posti di lavoro vacanti nell’Eurozona è stato del 2,3% nel primo trimestre del 2019, stabile rispetto ai tre mesi precedenti e in aumento in relazione al primo trimestre del 2018 quando aveva segnato il 2,1%, secondo i dati pubblicati da Eurostat.

Nell'Ue la sequenza è la seguente: 2,4% nei primi tre mesi di quest'anno, in crescita rispetto al 2,3% rilevato nel trimestre precedente e al 2,2% registrato da gennaio e febbraio del 2018.

A livello nazionale, i tassi più alti sono stati osservati in Cecenia (6,4%), Belgio (3,6%) e Germania (3,3%). Al contrario, Grecia (0,6%), Spagna (0,9%) e Portogallo, Irlanda e Bulgaria (tutti 1%) sono quelli con i valori più bassi.

L’Italia, insieme a Francia, Danimarca e Malta, non ha fornito il dato.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com