Benzina e gasolio, un’impennata inarrestabile che dura da 4 mesi

Benzina e gasolio, un’impennata inarrestabile che dura da 4 mesi

Salgono ancora i prezzi dei carburanti. Secondo i dati settimanali del ministero dello Sviluppo Economico, la benzina in modalità self si attesta su un prezzo medio nazionale di 1,566 euro al litro (1,549 euro in base alla rilevazione della settimana precedente) e il gasolio di 1,436 euro (1,421 sette giorni prima).

Si tratta, denuncia l'Unione nazionale consumatori, di “un’impennata inarrestabile che dura ininterrottamente da 4 mesi. In soli sette giorni un pieno da 50 litri costa 82 cent in più per la benzina e 74 cent per il gasolio. Dall’inizio dell’anno, un pieno da 50 litri è aumentato di 6 euro e 23 cent per la benzina e di 5 euro e 85 cent per il gasolio, con un rincaro, rispettivamente, dell’8,6% e dell’8,9%”.

Dal 9 novembre, ultima settimana senza rialzi, in poco più di 4 mesi, calcola l’associazione, “c’è stato un volo del 13,6% per la benzina e del 15% per il gasolio. Su un pieno di 50 litri l’aggravio è di 9 euro e 39 cent per la benzina e 9 euro e 37 cent per il gasolio. Su base annua è pari a una stangata ad autovettura pari a 225 euro l’anno sia per la benzina che per il gasolio”.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com