Petrolio, l'Africa beneficerà dell'aumento del prezzo?

L'aumento del prezzo del petrolio avvantaggia i paesi produttori. Restano, tuttavia, domande sulla capacità di questi paesi di diversificare le loro economie. Mentre il prezzo di un barile è aumentato di oltre 30 dollari in appena un anno, raggiungendo 78 dollari il 25 maggio, i paesi grandi produttori africani (Nigeria, Angola, Libia e Algeria), ma anche i piccoli (Guinea equatoriale, Congo, Gabon e Ciad), si sfregano già le mani.

Il violento calo dei prezzi tra metà 2014 e il 2016 - un crollo di oltre il 75% - sembra un brutto ricordo. Le ultime proiezioni di analisti ora tracciano un chiaro orizzonte in cui il barile di Brent si scambierà per circa 80 dollari. Alcuni analisti, tuttavia, temono che questo ambiente favorevole minerà i timidi sforzi per diversificare le economie altamente dipendenti dal petrolio. Questo rischia di essere il caso, in particolare, di Africa centrale e Nigeria.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Altro che eolico e solare. Il Nordafrica è la nuova frontiera dell’idrogeno verde. Rivoluzione o un’altra forma di colonialismo?

Ma non è tutto oro (anzi idrogeno) ciò che luccica, soprattutto per le popolazioni locali. Il rischio è quello di riprodurre il colonialismo anche nei processi di transizione alle energie rinnovabili, assumendo la forma di green grabbing (accaparramento ecologico) [continua ]

Energie & Risorse
Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Global
Ecco come la Francia frena lo sviluppo dell’Africa occidentale

Ecco come la Francia frena lo sviluppo dell’Africa occidentale

Moneta & Mercati

Mattarella: “In Africa e Ue vivono oltre 1,5 mld di persone con un Pil pari a 15.000 mld di euro”

Il presidente della Repubblica: “Il continente africano rappresenta il partner naturale per l’Ue. Non comprenderlo adesso ci porterebbe a constatare, fra qualche anno, di essere stati relegati alla periferia del pianeta. Un modello di crescita endogeno e integrato rappresenta la migliore risposta ai fenomeni migratori. E nonostante l’intero continente sia responsabile di appena il 3% delle emissioni globali, si trova ad essere vittima di una percentuale ben più consistente”. [continua ]

Economia
In 20 anni ceduti a società straniere 35 milioni di ettari di terra

Chi si è mangiato l'Africa: in 20 anni ceduti a società straniere 35 milioni di ettari di terra

Economia
Gas, l’Algeria alza il prezzo delle forniture all’Europa. Un bel guaio

Gas, l’Algeria alza il prezzo delle forniture all’Europa. Un bel guaio per il Vecchio continente

Energie & Risorse

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com