Watercoin, ecco la criptovaluta trasparente per calmierare il prezzo dell'acqua

L'idea è nata nei locali di Tolosa di O’Claire, una filiale della società di purificazione dell’acqua Sunwaterlife, appoggiandosi su una tecnologia già esistente

Watercoin, la criptovaluta trasparente per calmierare il prezzo dell'acqua

L'acqua potabile sta diventando una merce rara in molte zone del mondo, soprattutto in Africa, ed è per questo che è stata coniata una nuova criptovaluta che ha l’obiettivo di attirare l’interesse dei potenziali investitori - Ong, fondazioni, governi - grazie a un prezzo estremamente interessante.

L’equazione è semplice: un Watercoin = un litro di acqua potabile = 1 centesimo. In media, un prezzo dell’acqua potabile da 12 a 15 volte inferiore al prezzo di mercato.

Il bitcoin dell’acqua promette di combattere anche la corruzione: un watercoin è come avere un litro d’acqua in mano. Non diventerà altro e non ne può essere fatto un uso improprio. L’idea è nata nei locali di Tolosa di O’Claire, una filiale della società di purificazione dell’acqua Sunwaterlife, appoggiandosi su una tecnologia già esistente: grazie ai chioschi di filtraggio è possibile trattare fino a mille litri di acqua contaminata all’ora. Il tutto grazie alle energie rinnovabili, perché la pompa è alimentata da un pannello solare.

Il vantaggio di questo sistema è che può essere installato anche in aree rurali lontane dai grandi centri abitati: per limitare i rifiuti di plastica la distribuzione dell’acqua purificata avverrà in bottiglie da 10 o 18 litri. Riuscirà questa criptovaluta, una sorta di bitcoin trasparente e green, ad attirare gli investitori?

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Altro che eolico e solare. Il Nordafrica è la nuova frontiera dell’idrogeno verde. Rivoluzione o un’altra forma di colonialismo?

Ma non è tutto oro (anzi idrogeno) ciò che luccica, soprattutto per le popolazioni locali. Il rischio è quello di riprodurre il colonialismo anche nei processi di transizione alle energie rinnovabili, assumendo la forma di green grabbing (accaparramento ecologico) [continua ]

Energie & Risorse
Fiumi di acqua blu

In Africa scorrono fiumi di acqua blu. Tra i grandi marchi coinvolti anche Benetton

Corporate
Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Global
Ecco come la Francia frena lo sviluppo dell’Africa occidentale

Ecco come la Francia frena lo sviluppo dell’Africa occidentale

Moneta & Mercati

Mattarella: “In Africa e Ue vivono oltre 1,5 mld di persone con un Pil pari a 15.000 mld di euro”

Il presidente della Repubblica: “Il continente africano rappresenta il partner naturale per l’Ue. Non comprenderlo adesso ci porterebbe a constatare, fra qualche anno, di essere stati relegati alla periferia del pianeta. Un modello di crescita endogeno e integrato rappresenta la migliore risposta ai fenomeni migratori. E nonostante l’intero continente sia responsabile di appena il 3% delle emissioni globali, si trova ad essere vittima di una percentuale ben più consistente”. [continua ]

Economia

Le sanzioni contro la Russia fanno volare il carbone sudafricano

Le esportazioni della fonte fossile più sporca della prima economia africana verso l’Europa sono aumentate di circa il 720% nel primo semestre del 2022 rispetto allo stesso periodo del 2021. [continua ]

Energie & Risorse

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com