Nuovo record per il debito pubblico: 2.363 mld

Bankitalia conferma la revisione al rialzo: 132,2% del Pil nel 2018

Debito pubblico record: 2.363 mld

Cinque miliardi di euro in più. Tanto è stato più alto l'anno scorso il debito pubblico che ha raggiunto il 132,2% del Pil. E non smette di crescere.

A febbraio ha anzi toccato un nuovo livello record salendo (di poco) a 2.363,685 miliardi di euro da 2.363,496 di gennaio. Un anno prima, il monte del debito era 2.293,616 mld. Su base annua l'aumento è di 70 mld. Anche il legame con l’estero resta forte. Il debito in mano agli investitori oltreconfine è pari a 702,813 mld (dato di gennaio).

Ma facciamo un passo indietro. L’aumento del debito è in parte spiegato dall’ingresso di alcune società nel perimetro del settore pubblico, per cui il loro debito è parte di quelle pubblico. Si tratta di Concessioni autostradali venete, Rete ferroviaria Italiana, FerrovieNord, Invitalia, Cassa del Trentino, Finanziaria per lo sviluppo della Lombardia, Finanziaria regionale abruzzese, Finpiemonte, Finanziaria regionale Valle d'Aosta, Acquirente Unico e Ricerca sul sistema energetico.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com