Visco: “Lo spread è ora più del doppio rispetto all'inizio del 2018”

Secondo il governatore della Banca d’Italia, “non è più rinviabile una strategia di riduzione del livello del debito nel medio termine"

Visco: “Spread più del doppio rispetto a inizio 2018”
Ignazio Visco, governatore della Banca d'Italia

Lo spread italiano "è sopra 270 punti base, più del doppio del livello di inizio 2018, prima delle elezioni politiche".

Il problema è che l'alto livello del debito pubblico "espone l'Italia alla volatilità del mercato finanziario". È l’allarme lanciato dal governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco nel suo intervento al Aaron Istituto dei Herliza in Israele.

"Una credibile strategia di riduzione del livello del debito nel medio termine non può più essere rinviata", anche perché "se l'aumento dei tassi di interesse dovesse persistere peserà inevitabilmente sul costo del debito", cioè sulla spesa pubblica.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com