Debito, la Commissione ha deciso: pronta la procedura di infrazione contro l'Italia

Debito, la Commissione ha deciso: pronta la procedura di infrazione

"Alla luce dei dati economici definitivi, è confermato che l’Italia non ha fatto progressi sufficienti per rispettare la regola del debito nel 2018". È il contenuto della lettera - firmata dal vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis e dal titolare agli affari economici Pierre Moscovici - che dà appena 48 ore al Tesoro per avanzare le sue giustificazioni per la violazione delle norme Ue.

Dunque, la Commissione si accinge a lanciare la procedura sul debito italiano. Ciò significa che restano cinque settimane di tempo all’Italia per mettersi in regola con una immediata manovra bis capace di tamponare deficit e debito e con impegni precisi (23 miliardi di correzione) per il 2020.

Altrimenti la procedura andrà avanti e, a quel punto, Roma dovrà mettere a segno pesanti correzioni dei conti almeno per 5 anni, fino ad azzerare il deficit abbassando il debito. Se non lo farà subirà pesanti sanzioni.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com