Debito, la Commissione ha deciso: pronta la procedura di infrazione contro l'Italia

I commissari europei hanno inviato la missiva che chiede chiarimenti sulla mancata riduzione del debito. Entro due giorni la risposta del governo italiano, che ha cinque settimane di tempo per mettersi in regola con una manovra bis

Debito, la Commissione ha deciso: pronta la procedura di infrazione

"Alla luce dei dati economici definitivi, è confermato che l’Italia non ha fatto progressi sufficienti per rispettare la regola del debito nel 2018". È il contenuto della lettera - firmata dal vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis e dal titolare agli affari economici Pierre Moscovici - che dà appena 48 ore al Tesoro per avanzare le sue giustificazioni per la violazione delle norme Ue.

Dunque, la Commissione si accinge a lanciare la procedura sul debito italiano. Ciò significa che restano cinque settimane di tempo all’Italia per mettersi in regola con una immediata manovra bis capace di tamponare deficit e debito e con impegni precisi (23 miliardi di correzione) per il 2020.

Altrimenti la procedura andrà avanti e, a quel punto, Roma dovrà mettere a segno pesanti correzioni dei conti almeno per 5 anni, fino ad azzerare il deficit abbassando il debito. Se non lo farà subirà pesanti sanzioni.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com