Fisco, il sommerso Irpef vale 119 mld

Fisco, il sommerso Irpef vale 119 mld

L'economia sommersa non dichiarata dalle persone fisiche ammonta in Italia a circa 119 miliardi di euro. È quanto sostiene uno studio del Dipartimento Economia impresa e società dell'università della Tuscia.

Nell’analisi sono stati utilizzati i dati delle ultime dichiarazioni dei redditi, relative al 2017, confrontandoli con i consumi delle famiglie nello stesso anno. Esiste un divario del 17,5% tra il reddito disponibile degli italiani e i loro consumi.

Il che, tradotto in termini assoluti, siginifica che il valore del sommerso Irpef è (ad esempio) 5 volte superiore ai 23 miliardi necessari per evitare gli aumenti Iva.

Articoli correlati

Verso l'aumento dell'Iva al 25,2%. Per evitarlo occorrono 23 mld

quoted business

Verso l'aumento dell'Iva al 25,2%. Per evitarlo occorrono 23 mld

Finanza pubblica
Il rischio è fare la fine della Grecia

"L'Italia rischia di fare la fine della Grecia"

Finanza pubblica
Flat tax al 15%? Nessun beneficio per chi guadagna meno di 26 mila euro

Flat tax al 15%? Nessun beneficio per chi guadagna meno di 26 mila euro

Finanza pubblica
Ecco come sarà la flat tax: aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Ecco come sarà la flat tax: aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Finanza pubblica

Uil

Irpef a tre aliquote: "Al massimo risparmi per 41 euro al mese"

La riduzione delle aliquote Irpef da cinque a tre, tra le ipotesi al vaglio del governo in alternativa alla cosiddetta flat tax, porterebbe un vantaggio solo a pochi lavoratori dipendenti e pensionati: a 30 mila euro di reddito il beneficio sarebbe di 41 euro mensili, a 20 mila di solo 15 euro. Un supersconto, di oltre 3 mila euro, si avrebbe solo con redditi superiori a 100 mila euro, che riguardano l'1,18% dei dipendenti e pensionati. [continua ]

Finanza pubblica

Sconfiggere l’evasione fiscale (adesso) si può

Perché in Italia è così difficile ridurre l’evasione fiscale? È un problema tecnico o politico? Una cosa è invece certa: contrastare in modo esplicito un’evasione di massa come quella italiana può costare milioni di voti. È pur vero che il tessuto industriale italiano è composto per la stragrande maggioranza di piccole e medie imprese, che potrebbero non riuscire a sopportare un alto carico fiscale necessario a finanziare un sistema di welfare. [continua ]

Finanza pubblica

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com