Manovra, meno contanti e più pagamenti con carte

Il premier ha annunciato da New York un “patto con I contribuenti” basato su incentivi all'uso delle carte di pagamento e detrazioni

Manovra, meno contanti e più pagamenti con carte

Una massiccia operazione di incentivo all'uso delle carte di credito e tutti i sistemi di pagamento elettronici e digitali: un meccanismo premiale, che renda meno conveniente l'uso del contante e faccia così emergere il nero.

È il "patto con i contribuenti" che Giuseppe Conte preannuncia a New York pensando a nuove misure da inserire nella legge di bilancio e nel decreto fiscale. Servono a trovare risorse per una manovra 2020 complicata.

Secondo le ipotesi più accreditate, l'asticella della crescita per l’anno prossimo dovrebbe essere fissata allo 0,5% o 0,6%, mentre per il deficit l'obiettivo sarebbe il 2,2% (che il M5s vorrebbe portare al 2,3% o 2,4%, cercando di ottenere dall'Ue il margine di flessibilità più ampio possibile). È, inoltre, in discussione la proposta del M5s di inasprire il carcere per gli evasori.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com