Ricciardi: “A rischio il 60% della popolazione italiana”

Covid-19: decisiva la prossima settimana. Nello scenario peggiore 1 milione di decessi in Italia. Ricciardi: “Roma e Lazio saranno interessate nei prossimi giorni. Il virus può espandersi senza trovare resistenze, perché manca un vaccino ed essendo nuovo tutta la popolazione è sprovvista di anticorpi per fronteggiarlo”

Ricciardi: “A rischio il 60% della popolazione italiana”

“Italiani state a casa se potete” è l’appello di Walter Ricciardi, che si dice sorpreso“da quegli italiani che questa domenica se ne sono stati tranquillamente accalcati al mare a mangiare il pesce o a fare l’aperitivo come se nulla fosse”.

Irresponsabili contro i quali si scaglia anche il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Le misure approvate sono molto rigide e importanti, però hanno bisogno di un’alleanza con le persone - ha spiegato -. Sono pronto ad avere anche un pugno duro contro atteggiamenti che non sono più tollerabili, perché il virus non è uno scherzo”.

“Il problema - spiega Ricciardi - è che oggi molti ragionano credendo che la possibilità di infettarsi è comunque una eventualità remota, perché giudicano poca cosa gli oltre 7 mila positivi ad oggi rispetto al fatto che in Italia siamo 60 milioni. Chi ragiona così non sa che un virus di questo tipo può espandersi senza trovare resistenze, perché manca un vaccino e perché essendo nuovo tutta la popolazione è sprovvista di anticorpi per fronteggiarlo”.

Le curve dei grafici elaborate dagli epidemiologi, non solo in Italia, dicono che può arrivare a colpire il 60% della popolazione, che osservando gli attuali tassi di letalità significherebbe contare oltre un milione di morti e mandare al collasso il sistema sanitario.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com