Svolta ‘veneto-coreana’ in Lombardia: “Adesso i tamponi anche a chi ha un solo sintomo”

C’è ancora molta incertezza sui numeri nella Regione che rappresenta il cuore dell'economia italiana. Con l’unico punto fermo che sono aumentati i tamponi eseguiti

Svolta in Lombardia: “Adesso i tamponi anche ai monosintomatici”

Tamponi anche a chi ha un solo sintomo di coronavirus, per aumentare la campionatura del contagio. È l’ultima decisione della Regione Lombardia, che porta così a un numero maggiore di tamponi effettuati e, di conseguenza, anche di numeri di contagiati.

Ma c’è ancora molta incertezza sui numeri. Con l’unico punto fermo che sono aumentati i tamponi eseguiti.

“In un primo momento dovevano essere plurisintomatici, avere due sui tre classici sintomi, adesso basta anche essere monosintomatico – ha spiegato Fontana -. Negli ultimi giorni anche chi ha un solo sintomo, o febbre o raffreddore o tosse, può essere sottoposto a tamponatura”.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com