Locatelli su Zangrillo: “Assoluto sconcerto e grande sorpresa”

Il direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti sostiene l’ipotesi di Zangrillo: il virus “potrebbe ora essere diverso: la potenza di fuoco che aveva due mesi fa non è la stessa potenza di fuoco che ha oggi”

Locatelli su Zangrillo: “Assoluto sconcerto e grande sorpresa”
Franco Locatelli

Il nuovo coronavirus “clinicamente non esiste più”. Le parole pronunciate da Alberto Zangrillo sono accolte dal presidente del Consiglio superiore di sanità e componente del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli con “assoluto sconcerto e grande sorpresa”. Ed anche per il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa è “un messaggio sbagliato che rischia di confondere gli italiani”.

“Basta guardare al numero di nuovi casi confermati ogni giorno per avere dimostrazione della persistente circolazione in Italia del virus – ha detto Locatelli -. Occorre continuare sul percorso della responsabilità dei comportamenti individuali, da non disincentivare attraverso dichiarazioni pericolose che dimenticano il dramma vissuto in questo Paese”.

Ma che il virus non sia più lo stesso lo sostiene pure il direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti: il virus “potrebbe ora essere diverso. La potenza di fuoco che aveva due mesi fa non è la stessa potenza di fuoco che ha oggi”.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com