La Russia vuole produrre il vaccino Sputnik in Italia. Ma è l’Africa la destinazione finale

Il gelo del Governo e l’Unione europea

La Russia vuole produrre lo Sputnik in Italia per spedirlo in Africa

Lo Sputnik V entra a gamba tesa nel dibattito italiano (ed europeo) sui vaccini. L’azienda farmaceutica italo-svizzera Adienne Pharma&Biotech ha firmato un accordo con il Russian Direct Investment Fund, che tratta la distribuzione dello Sputnik all’estero, per produrre il vaccino russo in Italia, presso gli stabilimenti di Caponago, a Monza. E si tratta di una prima assoluta in Europa, tanto che a Bruxelles hanno mal digerito la svolta.

Ad annunciare l’intesa, con una nota, è stata la Camera di Commercio Italo-Russa, che dice di aver “promosso incontri tra imprese italiane ed europee” con le controparti russe per arrivare all’agognato risultato. In ogni caso non si tratterebbe di una fuga in avanti dell’Italia rispetto al processo di approvazione dello Sputnik V in corso all’Ema (l’Agenzia europea del farmaco), poiché una cosa è produrre, un’altra è distribuire.

Le fiale messe a punto a Monza inoltre potrebbero essere esportate verso uno dei 46 Paesi del mondo che, ad oggi, hanno già approvato lo Sputnik qualora l’Ema non dovesse dare l’ok. E il mercato principale al quale sembra guardare la Russia è il continente africano.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

“Oltre alla Cina, anche la Russia è in prima fila”

“Non c’è solo la Cina. Anche la Russia in prima fila. Il debito italiano potrebbe salire al 200%”

Global
Il ceo di Moderna: “I nuovi vaccini faticheranno contro la nuova variante”

Le previsioni del ceo di Moderna: “I nuovi vaccini faticheranno contro la nuova variante”

Life
Covid, nuova variante in arrivo dall’Africa

Covid, nuova variante in arrivo dall’Africa con un numero estremamente elevato di mutazioni

Life
BionTech/Pfizer: “In 100 gg pronte le dosi contro la variante sudafricana”
quoted business

BionTech/Pfizer: “In 100 gg pronte le dosi contro la variante sudafricana”

Life

Pfizer e Moderna guadagnano oltre 1.000 dollari al secondo con i vaccini

Nonostante un finanziamento pubblico di oltre 8 miliardi di dollari, Pfizer, BioNTech e Moderna hanno sempre respinto gli appelli a trasferire la tecnologia dei vaccini ai produttori locali dei Paesi a basso reddito, ai quali Pfizer ha consegnato meno dell’1% delle dosi prodotte, mentre Moderna lo 0.2% [continua ]

Life

L’Ue, l’Africa e il gioco delle tre carte. Sulla pelle di tutti: europei e africani

Fino ad oggi in Africa sono arrivate appena 67 milioni di dosi, insufficienti per la copertura vaccinale di 1 miliardo e 400 milioni di persone. E la mancanza di solidarietà c’entra fino a un certo punto. Le economie avanzate non potranno dire di essere fuori dalla pandemia se in ampie aree del mondo, e in particolare nel continente africano, non si è di fatto neanche avviata la campagna vaccinale. [continua ]

Life

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com