Il miliardario Usa Jeffrey Epstein suicida in carcere

Era accusato di traffico di minori e sfruttamento sessuale. E ora nell’inchiesta, oltre al principe Andrea (duca di York e figlio della Regina d'Inghilterra) rischiano di finire altri nomi eccellenti: il professor Alan Dershowitz, l'ex governatore del New Mexico Bill Richardson, e l'ex senatore George Mitchell

Il miliardario Usa Jeffrey Epstein suicida in carcere

Jeffrey Epstein, il miliardario statunitense accusato di abusi sessuali su minorenni, si è suicidato (questa è la tesi dei media Usa) nel carcere in cui era detenuto. Il miliardario, 66 anni, era accusato di traffico e sfruttamento sessuale di ragazze minorenni tra il 2002 e il 2005 nelle sue case di Manhattan e Florida.

Qualche ora prima che l'uomo fosse trovato morto in carcere alla corte federale di New York era stato depositato un dossier che conteneva anche la deposizione di Virginia Roberts Giuffre, una delle testimoni più importanti nell'inchiesta, che accusava il miliardario di essere stata tenuta come "schiava del sesso" da minorenne e costretta ad avere rapporti sessuali con personaggi tra i quali il principe Andrea, duca di York, figlio della Regina d'Inghilterra.

Virginia Roberts Giuffre ha chiamato in causa per abusi anche Alan Dershowitz, un noto avvocato statunitense, professore emerito ad Harvard e noto al grande pubblico, l'ex governatore dello Stato del New Mexico Bill Richardson, e l'ex senatore George Mitchell.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com