Unicredit taglia 6 mila dipendenti in Italia e chiude 450 filiali

Nei giorni scorsi Unicredit aveva comunicato i dati relativi al 2019, anno chiuso con un utile netto contabile di 3,4 mld, in calo del 17,9% rispetto al 2018

Unicredit taglia 6 mila dipendenti e chiude 450 filiali

Unicredit prevede tra il 2019 e il 2023 in Italia 6000 uscite e la chiusura di 450 filiali. È il contenuto della lettera inviata ai sindacati nell’ambito dell’apertura della procedura.

In particolare 500 sono “le eccedenze di capacità produttiva” del piano appena chiuso ‘Transform 2019’, mentre 5.500 riguardano “nuove eccedenze” legate al piano ‘Team23’.

Nei giorni scorsi Unicredit aveva comunicato i dati relativi al 2019, anno chiuso con un utile netto contabile di 3,4 mld, in calo del 17,9% rispetto al 2018 ma al di sopra dei 3,1 mld messi in conto dagli analisti.

La seconda banca italiana aveva già annunciato in precedenza di voler procedere al taglio, a livello globale, di 8 mila dipendenti e 500 filiali entro il 2023.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com