Draghi spiazza Trump

L'attacco del presidente Usa: "Con questi annunci si svaluta l'euro sul dollaro e non è corretto". La replica: "La Bce non mira a tasso di cambio"

Draghi spiazza Trump

Lui che ha lottato per mesi contro la sua Banca centrale, la Federal Reserve, implorando il governatore da lui stesso nominato Jerome Powell di abbassare i tassi di interesse, non poteva prevedere l’ultima uscita di Mario Draghi. Donald Trump è rimasto spiazzato.

Il presidente della Bce ha chiaramente detto di esser pronto a prendere tutte le misure necessarie, a cominciare dalla riduzione dei tassi al ripristino del quantitative easing. Più che abbastanza per far scendere lo spread e alzare a dismisura l’ira del presidente Usa, che accusa Draghi di svalutare l'euro sul dollaro con il sue parole.

Accuse respinte al mittente: "Abbiamo un mandato che è quello della stabilità dei prezzi e siamo determinati a usare tutti gli strumenti a nostra disposizione per rispettare il nostro mandato. I tassi di cambio non sono un nostro target", ha detto Draghi.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com