Merkel dura con gli Usa per la rete 5G a Huawei: “Non vi intromettete”

Merkel dura con gli Usa per la rete 5G a Huawei: “Non vi intromettete”

Avere o essere? Anche la Germania si chiede se avvicinarsi alla Cina o restare alleata agli Usa. Sono mesi che governo e forze politiche discutono se aprire o meno a Huawei per il 5G, il network superveloce della telefonia mobile.

Ma ora è arrivato un segnale dagli Usa, anzi una vera e propria minaccia: ridurremo drasticamente la cooperazione d’intelligence con i servizi tedeschi, se Berlino dovesse aprire alla multinazionale cinese per la realizzazione del 5G.

Un intreccio di interessi economici e strategici così delicato da indurre Angela Merkel a intervenire con durezza: “Per il governo federale la sicurezza è un bene supremo, anche nella costruzione del 5G. Ecco perché definiamo in modo autonomo i nostri standard”.

La presa di posizione degli Usa conferma la volontà di bloccare l’ingresso di Huawei nel 5G: Washington teme che diventi lo strumento attraverso il quale Pechino possa insinuarsi in Europa.

È la prima volta, in effetti, che Trump arriva a minacciare ritorsioni nel delicato settore dell’intelligence, dove la cooperazione con gli americani resta strategica a cominciare dalla lotta al terrorismo, dalla protezione dei dati personali e dagli attacchi cibernetici.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com