La scienziata che ascolta i sussurri dei buchi neri. È italiana e lavora in Germania

Premiata per la prima volta un’italiana, Alessandra Buonanno, con la medaglia Dirac per gli studi sulle onde gravitazionali. Il caso riapre l’annosa questione dei cervelli in fuga. Ma è questo il problema del nostro paese o l’incapacità di attrarre talenti dal resto del mondo e di spendere troppo poco (rispetto ai principali competitors) in R&S?

La scienziata che ascolta i sussurri dei buchi neri. È italiana
Alessandra Buonanno

Per la prima volta la medaglia Dirac, uno dei principali premi scientifici internazionali, è stata assegnata a una ricercatrice italiana, Alessandra Buonanno, che lavora in Germania, all’Istituto Max Planck per la Fisica gravitazionale di Potsdam.

Assegnata dal Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam, la medaglia Dirac premia Buonanno per le sue ricerche teoriche alla base della rilevazione delle onde gravitazionali. Oltre a essere la prima italiana, Bonanno è la seconda donna in assoluto a ricevere la medaglia Dirac. Con lei sono stati premiati i fisici Thibault Damour, Frans Pretorius e Saul Teukolsky.

Alessandra Bonanno è a capo della divisione di Astrofisica e Relatività cosmologica dell’istituto Planck. Dopo la laurea e il dottorato di ricerca in Fisica all’Università di Pisa, la ricercatrice ha lavorato al Cern di Ginevra, in Francia e Stati Uniti. Poi, nel 2014, è stata nominata co-direttrice dell'Istituto Max Planck per la fisica gravitazionale di Potsdam (Germania).

Tutti e quattro i fisici sono stati premiati per il loro contributo alla ricerca che ha permesso di scoprire le onde gravitazionali, in particolare per avere stabilito le proprietà delle onde gravitazionali prodotte quando due stelle o due buchi neri ruotano uno attorno all’altro per poi fondersi.

“Si tratta – ha detto il direttore dell’Ictp, Atish Dabholkar - di una verifica impressionante dell’accuratezza della teoria della relatività generale di Einstein. È un meraviglioso tributo allo straordinario potere della nostra comprensione teorica della natura, che fino a poco tempo fa sembrava troppo bizzarra per la verifica osservativa.”

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Neanche con il fiume di euro proveniente dal Recovery Fund l’Italia colmerà il divario con Germania e Francia su R&S e innovazione

Lo storico ritardo con le principali economie avanzate sembra incolmabile. [continua ]

Innovazione
quoted business

Dal “rischio calcolato” alla “riapertura calcolata”. Le strategie opposte di Italia e Germania

La cancelliera Merkel è tornata a difendere la linea dura, in controtendenza rispetto ad altri Paesi europei compresa l'Italia. La Germania “chiude” e punta sui vaccini contro la terza ondata. [continua ]

Life
New Space Economy, l’Italia è quarta. Dopo Usa, Francia e Germania

New Space Economy, l’Italia è quarta. Dopo Usa, Francia e Germania

Innovazione
Silicon Saxony, il futuro dei chip europei passa dalla Germania dell’Est

Silicon Saxony, il futuro dei chip europei passa dalla Germania dell’Est

Innovazione
Inflazione: Italia 11,9%, Germania 10,4% (non accadeva dal 1951), Francia 6

Inflazione: Italia 11,9%, Germania 10,4% (non accadeva dal 1951), Francia 6,2%

Moneta & Mercati

Ue, stop alla vendita di auto a combustione dal 2035. Germania e Italia incassano il colpo. Ma Berlino prova a metterci una pezza

Ma qual è l’impatto delle auto a benzina e diesel sulle emissioni di CO2? Resta intanto sul tavolo la proposta della Germania di un emendamento alla direttiva per mettere fine alla vendita di veicoli a benzina e diesel in Europa, chiedendo che dal 2035 vengano immatricolati soltanto veicoli “che utilizzano combustibili climaticamente neutri” [continua ]

Ue
Mobilità

Indicatori

Crediti deteriorati

L'andamento dei crediti deteriorati dal 2005 al 2020 in Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna in rapporto al totale dei crediti erogati

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com