Flixbus sale in carrozza: in Germania nasce Flixtrain low cost

Dal 24 marzo la star-up di Monaco di Baviera lancia il servizio sulla tratta Amburgo-Colonia con biglietti a partire da 9,99 euro e sfida (di nuovo) Deutsche Bahn

Flixbus sale in carrozza: nasce Flixtrain low cost

Dal 24 marzo 2018 in Germania sulle linee ferroviarie tedesche ci sarà un nuovo operatore: Flixbus, la start-up di Monaco di Baviera, lancerà il suo servizio di collegamenti low cost Flixtrain con la tratta Amburgo-Colonia che sarà coperta ogni giorno (tranne il mercoledì) e sarà accessibile al prezzo di partenza di 9,99 euro; il treno, dalla livrea verde e con wi-fi gratuito a bordo, sarà gestito dall’operatore Bahntouristikexpress BTE, di proprietà privata, che fino ad ora gestiva la linea con il nome Hamburg-Köln-Express (HKX). E da metà aprile Flixtrain vuole riprendere la rotta Berlino-Stoccarda, in passato gestita dal piccolo operatore ferroviario Locomore che è fallito a maggio.

Si tratta di una nuova sfida al colosso Deutsche Bahn, che già cinque anni fa era stato attaccato sul mercato degli autobus a lunga percorrenza proprio da Flixbus e che ora dovrà fare i conti con il neonato operatore ferroviario dalle politiche di prezzo molto aggressive: “Con Flixbus abbiamo dimostrato che la mobilità non è costosa: con Flixtrain applichiamo la stessa ricetta”, ha dichiarato il co-fondatore André Schwämmlein. Dunque partnership con un operatore privato indipendente esperto nel settore ferroviario, per combinare il mondo della tecnologia e dell’industria in chiave low cost.

Il mercato ferroviario tedesco è liberalizzato ma di fatto controllato dall’operatore incumbent Deutsche Bahn: l’ingresso di Flixtrain pone nuove sfide soprattutto sul fronte della tecnologia. Anche se partirà con pochi collegamenti, il neonato operatore ferroviario può contare su un forte know-how per quanto riguarda linee di rete, distribuzione dei biglietti via Internet e ottimizzazione del tasso di riempimento.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com