La Nato celebra i 70 anni. E nel mirino c'è ancora lo stesso paese

Dopo venti anni di conflitti controversi nei Balcani e in Afghanistan il nemico numero uno continua a essere Mosca

La Nato celebra i 70 anni. E nel mirino c'è ancora...

La Nato celebra i suoi 70 anni a Washington, dove fu firmato il trattato dai 12 membri fondatori. Dopo venti anni di conflitti controversi nei Balcani e in Afghanistan nel mirino c’è lo stesso paese di sempre: la Russia.

E, vista la ricorrenza, per la prima volta un segretario generale della Nato interviene al Congresso. Su Twitter Jens Stoltenberg ha anticipato parte del suo pensiero: "In un mondo sempre più imprevedibile abbiamo bisogno della nostra Alleanza più che mai".

Il presidente Usa, che invece l'alleanza l'ha più volte messa in dubbio, appena uscito indenne dal Russiagate, ha auspicato che Mosca non diventi una minaccia per la sicurezza: "Penso che gli Usa possano andare d'accordo con la Russia".

Trump ha, poi, lodato l'aumento delle spese di molti alleati per la difesa dopo i suoi plateali inviti in tal senso, con l'eccezione della Germania, e spiegato di puntare in futuro al superamento del 2% del pil.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com