Macron: “La Nato è in stato di morte cerebrale”

Secondo il presidente francese il disimpegno dalla Siria di Trump e l’offensiva di Erdogan hanno definitivamente messo in luce le contraddizioni dell’Alleanza atlantica nata settant'anni fa

Macron: “La Nato è in stato di morte cerebrale”

“Quello che stiamo vivendo è la morte cerebrale della Nato”. Emmanuel Macron ricorre a un’espressione forte per tornare a parlare della crisi aperta dall’intervento della Turchia contro i curdi, indirettamente reso possibile dagli Stati Uniti.

Secondo il presidente francese, il disimpegno dalla Siria di Donald Trump e l’offensiva condotta da Recep Tayyip Erdogan hanno definitivamente messo in luce le contraddizioni dell’Alleanza atlantica nata 70 anni fa.

L’attenzione di Macron si concentra sull’articolo 5 del Patto Atlantico che prevede la solidarietà fra i paesi membri in caso uno di loro sia attaccato. E si chiede: cosa potrebbe accadere se la Siria dovesse decidere di attaccare la Turchia?

“Il paradosso è che la decisione americana e l'offensiva turca hanno avuto lo stesso risultato: il sacrificio dei nostri partner che si sono battuti contro l'Isis”, ha aggiunto l’inquilino dell’Eliseo.

L’Europa, avverte Macron, “sparirà” schiacciata tra Usa e Cina, a meno che non cominci a comportarsi da potenza mondiale.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com