Piano B3W: il G7 lancia la sfida alla Cina

I leader del G7, riuniti in Cornovaglia, hanno approvato un piano globale di infrastrutture per i Paesi a basso reddito. Un programma che vuole contrastare l’influenza della Nuova Via della Seta promossa da Pechino.

Piano B3W: il G7 lancia la sfida alla Cina

I leader del G7 riuniti a Carbis Bay hanno adottato un piano che punta ad aiutare a costruire infrastrutture nei Paesi in via di sviluppo, in risposta alla Nuova Via della Seta promossa dalla Cina.

L’obiettivo del Build Back Better World (B3W), ispirato dall’amministrazione statunitense guidata di Joe Biden, è aiutare a coprire il fabbisogno di infrastrutture in quattro aree di interesse (clima, salute, tecnologia digitale e uguaglianza di genere) per un valore di oltre 40 mila miliardi di dollari.

Ma non è stato ancora chiarito come il piano sarà finanziato.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

G7, l’impegno sul Covid: “Vaccinare tutti”. Solidarietà o opportunismo?
quoted business

G7, l’impegno sul Covid: “Vaccinare tutto il mondo”. Solidarietà o opportunismo?

Global
quoted business

Cina: “Gli Usa smettano di creare conflitti e farsi nemici. La Nato è una sfida sistemica alla pace e alla stabilità mondiali”. Usa: “Possibile che Mosca usi armi nucleari”. Russia: “Risponderemo se la Nato schiera truppe in Svezia e Finlandia”

Usa-Russia-Cina: il quadro si complica? [continua ]

Global

Dopo l’Ue, anche il G7 rinvia all’autunno l’idea di Draghi sul gas

Il rinvio a settembre/ottobre della decisione in merito alla fissazione di un tetto massimo al prezzo del gas potrebbe essere tardivo e forse inutile. Mentre sull’oro blu si vedrà, il G7 ha dato l’ok a quello sul petrolio. Ma anche se si decidesse di bloccare il prezzo del gas chi pagherebbe la differenza rispetto al prezzo di mercato: i governi nazionali o l’Ue? [continua ]

Global
quoted business

Il G7 conta ancora?

Le sette economie (Usa, Giappone, Germania, Regno Unito, Italia, Canada, Francia) producevano nel 1990 il 66% del Pil globale, oggi il 46%. Il peso dei 7 sul commercio mondiale è passato dal 52% al 30%, mentre la popolazione dal 12% al 10%. L’unica possibilità per non essere fagocitati da altri paesi, a cominciare da Cina e India, è trasformarsi da soggetti esclusivi a inclusivi, abbracciando relazioni con nuovi paesi emergenti. [continua ]

Global
La Cina ha scaricato la Russia?
quoted business

La Cina ha scaricato la Russia?

Global
L’Ue stoppa Trump: “Il G7 non cambia formato”. Ma il problema c’è
quoted business

L’Ue stoppa Trump: “Il G7 non cambia formato”. Ma il problema c’è: a partire da Cina e India

Global

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com