Siria, incontro Erdogan-Putin: nuova tregua di 150 ore

L’obiettivo è completare l’evacuazione dei curdi, che intanto annunciano di aver concluso il ritiro dalla zona di sicurezza

Incontro Erdogan-Putin: nuova tregua di 150 ore

Turchia e Russia hanno raggiunto un “accordo storico” per una nuova tregua di 150 ore nel nord della Siria per completare l’evacuazione delle milizie curde Ypg da un’area di 30 km entro il confine siriano. Lo ha annunciato a Sochi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan al termine del suo incontro con Vladimir Putin.

Ankara e Mosca – secondo quanto previsto dal memorandum - condurranno pattugliamenti congiunti fino a 10 km entro il territorio siriano oltre il confine turco, a est e ovest dell’area in cui è stata condotta l’operazione turca nel nord della Siria. È esclusa Qamishli, il principale centro curdo nell’area.

Le forze curdo-siriane, intanto, si sono ritirate dalla zona di sicurezza nel nord-est del paese come richiesto dall’intesa turco-americano.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com