Ankara: “La Turchia non è l’hotel dei jihadisti. Li rispediamo nell'Ue”

Il ministro dell’Interno turco: “L’Ue dimostra di avere zero umanità”. Continua l'opera di distrazione di massa da parte di Ankara, che anziché preoccuparsi delle disastrose condizioni in cui versa l'economia concentra l'attenzione su un'aggressiva politica estera

Ankara: “Non siamo l’hotel dei jihadisti. Li rispediamo in Europa”

“La Turchia non è l’albergo di nessun terrorista dell’Isis”. “I componenti del gruppo catturati verranno rimandati indietro nei Paesi di provenienza”.

La minaccia diretta all’Europa viene dal ministro dell’Interno turco, Suleyman Soylu.

Lasciare alla sola Turchia la gestione della questione “non è solo inaccettabile, è irresponsabile”, ha detto Soylu criticando la politica migratoria dell’Ue, che dimostra (secondo lui) di avere “zero umanità”.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com