Il Pil dell’Italia tra rimbalzi e crescita strutturale

La sfida più importante è crescere in modo strutturalmente più elevato che in passato.

Il ministro dell’Economia Daniele Franco

Visto da qb

Il Pil dell’Italia tra rimbalzi e crescita strutturale

“È in atto ripresa intensa del Pil, il terzo trimestre sta andando bene. Per il 2021 l’Ufficio Parlamentare di Bilancio prevede un +5,8%. Non possiamo escludere che a fine anno sia superiore.” Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco che poi correttamente riconosce: “I dati sono incoraggianti. È importante che la crescita sia rapida, ma la sfida più importante è crescere in modo strutturalmente più elevato che in passato.” In effetti, se tutto andasse bene (crescita intorno al 6% nel 2021), l’Italia tornerà ai livelli prepandemici agli inizi del 2022. Il che è positivo ed è soprattutto un dato superiore alle stime dei mesi scorsi (riportate anche da ‘quoted business’). Peccato che il nostro paese poco prima della diffusione del Covid-19 era ultimo per crescita economica nell’Ue. Ciò spiega la parola chiave usata da Franco: “Strutturalmente”.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com