L’Ue si appresta a denunciare gli Stati Uniti?

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz sostiene che serve un fondo comune dell’Ue contro i sussidi green alle imprese statunitensi varati dall’amministrazione Biden che prevedono investimenti per 370 miliardi di dollari

L’Ue si appresta a denunciare gli Stati Uniti?

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz e i socialdemocratici tedeschi (Spd) chiederanno all’Ue di creare nuovi strumenti di finanziamento congiunti per aiutare gli Stati membri a competere contro l’aumento dei sussidi statunitensi per la tecnologia verde varato con un recente piano da 370 miliardi di dollari.

I socialdemocratici vogliono che si attui una riforma delle attuali regole sugli aiuti di stato dell’Ue con a disposizione più fondi, in modo da controbilanciare la spinta degli aiuti verdi degli Stati Uniti. Lo rivela una bozza di documento sulla strategia industriale europea visionato dall’agenzia Bloomberg.

Le istituzioni comunitarie e molti Governi ritengono che la legge statunitense discrimini ingiustamente le aziende europee e minacci di attirare le industrie verdi oltre Atlantico in settori che vanno dalle rinnovabili alla filiera dell’auto elettrica. “Abbiamo bisogno di investimenti industriali europei con un’attenzione particolare alle tecnologie del futuro, all’espansione delle energie rinnovabili e alla promozione dell’innovazione industriale”, sostiene la Spd nel documento.

Per raggiungere tale obiettivo, l’Ue dovrebbe riassegnare i fondi inutilizzati provenienti dal fondo per la ripresa post-pandemia e rafforzare il suo programma di investimenti energetici. Inoltre, l’Spd vuole che gli Stati membri utilizzino l’imminente revisione del bilancio dell’Ue per assegnare priorità ai progetti di investimento per la trasformazione verde.

“Anche ulteriori strumenti di finanziamento congiunto dovrebbero essere esaminati in modo costruttivo”, afferma la bozza del documento strategico. Senza però specificare se ciò implicherebbe anche un prestito congiunto dell’Ue, una questione controversa in Germania, dove molti temono di essere agganciati alla spesa incontrollata di altri paesi.

I leader dell’Ue si incontreranno a Bruxelles il mese prossimo per discutere la sua risposta alla legge statunitense, con alcuni Stati che propongono un cosiddetto ‘Buy European Act’ per il sostegno delle società nazionali. Intanto, l’Ue ha affermato che potrebbe presentare una denuncia contro gli Stati Uniti presso l’Organizzazione mondiale del commercio, una prospettiva che potrebbe minare l’unità transatlantica proprio quando non si vede una soluzione alla guerra della Russia in Ucraina.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Gli Stati Uniti spingono l’Ue verso la deindustrializzazione?

Gli Stati Uniti spingono l’Ue verso la deindustrializzazione?

Economia
E se la vera svolta dell’Ue fosse sganciarsi dalla dipendenza dagli Usa?
quoted business

E se la vera svolta dell’Ue fosse sganciarsi anche dalla dipendenza dagli Stati Uniti?

Global
Nel decennio 2010-2020 il Pil cinese è salito del 142%. Quello Usa del 40%

Nel decennio 2010-2020 il Pil cinese è salito del 142%. Quello Usa del 40%

Economia

Usa-Cina e la guerra tecnologica

Gli Stati Uniti ora mirano a fare a tutta la Cina quello che hanno fatto a Huawei. A seguito dell'annuncio del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti di nuove severe restrizioni sulle vendite di semiconduttori avanzati e altri beni high-tech statunitensi alla Cina, la rivalità sino-americana è entrata in una nuova importante fase. Anche nelle migliori circostanze, la Cina avrà grosse difficoltà ad adattarsi alla sua nuova realtà. [continua ]

Economia
Minimum global tax, gli Stati Uniti dettano la linea e l’Ue si adegua

Minimum global tax, gli Stati Uniti dettano la linea e l’Ue si adegua

Finanza pubblica

L’Ue si dà la zappa sui piedi e finisce nel ‘cul de sac’ dei fertilizzanti chimici

Il blocco all’export dei fertilizzanti sancito dalle sanzioni occidentali e consolidato dai provvedimenti moscoviti danneggia l’agricoltura europea e non può che portare al sensibile calo della produzione agricola a livello mondiale. Anche in paesi remoti e molto poveri. E quando l’export ripartirà potrebbe essere dirottato da Putin verso i “paesi non ostili”. [continua ]

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com